oratorio-biagio-1-web.jpg

Da Sestola all'oratorio di san biagio lungo il sentiero 5

Itinerario che parte direttamente da Sestola e arriva all'Oratorio di San Biagio a Roncoscaglia, chiesa romanica del XII secolo.

Lunghezza tot. andata 3,7 km

Dislivello - 400m 

Tempo di percorrenza 1h 30m

[I dati qui indicati non comprendono il rientro]

L'itinerario che qui vi proponiamo è l'ideale per chi vuole fare una bella passeggiata senza prendere la macchina. Il sentiero numero 5 parte infatti dal centro di Sestola, dal porticato dove si trova l'Ufficio Postale.

L'arrivo è all'Oratorio di San Biagio, testimonianza storica e architettonica di grandissimo valore.

Dal porticato il sentiero scende passando per il rione Albaghiccia (dove si trova anche una fonte), si lascia alla sinistra il cimitero e attraversa la strada andando verso il Centro Ippico di Sestola che si lascia a sinistra per imboccare, alla destra di una maestà, la vecchia strada comunale per Ponte Bacconi, ora carrareccia che, scendendo, attraversa la comunale asfaltata Roncoscaglia - Poggioraso, nei pressi del borgo de' La Fontana del Sasso. 

L'itinerario prosegue per stradina (via Utte) a fondo in cemento per il bordo de' Le Utte e quindi, sempre in discesa, su carrareccia per la località La Tapina. Si attraversa la strada e si prosegue in discesa seguendo la segnaletica bianca e azzurra verso Cà Guerri, che si lascia a destra. Scesi fino alla provinciale SP30 Sestola-Pavullo si percorre in discesa a sinistra fino a Ponte Bacconi. 

Oltrepassato il ponte sul rio Vesale, dopo 50m si sale a sinistra per via Casa Ferrara, erto stradello asfaltato che in circa 20 minuti di cammino porta allo splendido Oratorio di San Biagio, isolato in mezzo alla campagna, sulla comunale asfaltata Roncoscaglia-Castellaro.

 

Inizio del sentiero dal porticato

L'Oratorio di San Biagio

L'Oratorio di San Biagio era l'antica chiesa del castello documentato dal 1069 e oggi scomparso.
Questa chiesa fu edificata alla fine del XII secolo in stile romanico, inizialmente con una abside della quale fu successivamente privata. Meritano sicuramente di essere ammirati i portali (quello della facciata e quello sulla destra dell'edificio), di particolare interesse architettonico.

L'appellativo di "chiesa del diavolo" è da attribuire alle figure zoomorfe scolpite sui muri di sasso.

E' aperta solo il giorno di S. Biagio (3 febbraio) e la prima domenica di maggio con sagra paesana. 

Per visite contattare il sig. Giovanni Malagoli, residente nei pressi dell'oratorio.

Per il rientro a Sestola potete decidere se effettuare sempre il sentiero n. 5 a ritroso o se fare un anello passando da Roncoscaglia (1h e 45m). In questo caso bisogna prendere la strada asfaltata in direzione Roncoscaglia e una volta arrivati nel centro abitato seguire le indicazioni del sentiero n. 4. Entrambe le varianti del sentiero, entrambi di durata simile.

Gallery fotografica

1/10
Scarica la mappa dei sentieri
VISIT
SESTOLA
.COM

C.so Umberto I, 3

41029, Sestola (Mo)

turismo@comune.sestola.mo.it

0536 62324

  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon