I valigini sono un delizioso secondo piatto a base di carne macinata e verza.

Un piatto tipico del nostro Appennino e di Sestola che ben si sposa con le fredde giornate invernali o autunnali, quando la montagna si esprime al meglio e non c'è niente di meglio che un pasto caldo e sostanzioso per affrontare la giornata!

Ricetta

INGREDIENTI

(quantità riferite per 10-12 valigini, a seconda della grandezza che si desidera ottenere):

500 gr di carne macinata: vitello e maiale, aggiungendo un pò di mortadella e un pò di salsiccia (le proporzioni sceglietele in base ai vostri gusti)
1 uovo intero
2 cucchiai di ricotta (oppure 1 patata lessa)
4 cucchiai di formaggio grattuggiato (Parmigiano-Reggiano o Grana Padano)
Sale e pepe q.b.
Un pizzico di noce moscata
Prezzemolo tritato
10/12 foglie di verza

PROCEDIMENTO

in una capiente zuppiera ponete la carne macinata aggiungendo tutti gli ingredienti (esclusa la verza che ha un ruolo a parte); amalgamare il tutto aiutandovi inizialmente con una forchetta e procedendo con una mano, sino ad ottenere un panetto omogeneo.

Nel frattempo staccate le foglie della verza e con un coltello eliminate la venatura centrale alla base della foglia stessa; sbollentatele in acqua salata per 1-2 minuti, in base alla loro croccantezza. Ponete le foglie in un recipiente per scolarle e farle intiepidire. Sistematele poi sul tagliere e riempitele con un generoso cucchiaio del composto precedentemente preparato; creare il fagottino richiudendo i lati portandoli verso il centro.

Sistemarli in padella con olio e passata di pomodoro e durante la cottura aggiungere un pò di burro.

Cuocere per circa 25/30 minuti ed il piatto è pronto!

 

... una curiosità sui valigini: i nostri nonni, per evitare che si aprisse il fagottino, li chiudevano con lo spago

1/5