IMG_0135_web.jpg

tre semplici itinerari intorno al lago della ninfa

Qui di seguito troverete alcuni percorsi consigliati per i vostri trekking con partenza e arrivo al Lago della Ninfa, a 1500 metri d'altitudine.

Il Lago della Ninfa è una vera e propria perla del nostro territorio. Raggiungibile comodamente con la macchina ma anche con alcuni sentieri che partono da Sestola o Pian del Falco, è la meta ideale per chi desidera fare una gita in montagna, in ogni stagione!

Qui sotto abbiamo indicato tre semplici itinerari che potete fare a piedi con partenza e arrivo proprio al Lago della Ninfa, perfetti per chi vuole avvicinarsi al mondo delle camminate in montagna, addentrarsi in un bosco e assaporare il contatto con la natura.

 

Anello Lago - Fontana bedini

Lunghezza 3,5 km

Dislivello - 120m 

Tempo di percorrenza 1h 30m

L'anello Lago della Ninfa - Fontana Bedini segue il sentiero n. 13bis, variante comunale inserita sulla cartina dei sentieri.

Il tempo di percorrenza è di 45 minuti all'andata e 45 minuti al ritorno. È un itinerario semplice ma che allo stesso tempo vi farà assaporare a pieno l'essere in montagna a 1500 mt. di altitudine, arrivando a una fonte per riposarvi e addentrandovi nel mezzo della foresta.

Dal Lago della Ninfa si prosegue verso la strada militare dell'Aeronautica (chiusa al traffico di veicoli a motore) che inizia dal piccolo parcheggio in alto. 

Il sentiero non presenta salite impegnative.

Vi consigliamo di fare all'andata la parte nel bosco seguendo il sentiero dedicato a Pio Serafini, uno dei "Portatori del Cimone". Il sentiero segue la strada asfaltata (che potete fare al ritorno) seguendo una bella pineta. 

Dopo 40 minuti il sentiero si ricongiunge con la strada che viene percorsa per 200 metri prima di arrivare a Fontana Bedini, il luogo ideale per riposare, rinfrescarsi grazie all'acqua di fonte e ammirare il panorama. Chi vuole può decidere da qui di proseguire il sentiero n. 13bis che porta a Pian Cavallaro, mentre per concludere l'anello si rientra lungo il sentiero o seguendo la strada asfaltata che rimane comunque circondata dagli alberi ed è piacevole da percorrere riportando al punto di partenza.

Anello delle carbonaie

Lunghezza 3,5 km

Dislivello - 120m 

Tempo di percorrenza 1h 30m

L'anello delle carbonaie coincide nel tratto iniziale con il sentiero n. 11 dedicato ai Portatori del Cimone

Inizia in prossimità della strada che porta al Rifugio Ninfa del Firenze in mezzo al bosco. Da lì, proprio all'incrocio con la strada asfaltata, il sentiero sale nella faggeta. 

Il sentiero incrocia la pista da sci n. 14 che va percorsa fino all'ultima curva dove il percorso entra nuovamente nel bosco. Arrivati a questo punto si trova l'ultima salita di questo anello. Questa porta infatti in località Serrarasa, dove troverete una piccola panchina per riposarvi, ammirare il panorama e ammirare la targa dedicata ai Portatori.

Il sentiero prosegue poi in costa e arriva dopo cento metri a un bivio. Proseguendo dritti si continua lungo il sentiero 11, mentre girando a sinistra e prendendo la discesa, si andrà a completare l'anello delle carbonaie.

Questo scende con tornanti piacevoli in mezzo alla faggeta e qui capirete il perchè del nome. Si trovano lungo il percorso infatti diverse carbonaie, spiazzi nel terreno che venivano utilizzati per bruciare la legna e creare così carbone pronto per l'uso!

Anello lago - Cimoncino basso

Lunghezza 3,5 km

Dislivello - 137m 

Tempo di percorrenza a/r 1h 45m

Semplice anello che parte direttamente dal Lago della Ninfa, si addentra nel bosco e arriva al Cimoncino, dove partono gli impianti da sci e dove si trovano i rifugi. 
Da lì il rientro prendendo il sentiero che passa per la faggeta e che vi riporterà in fretta con un paio di salite al punto di partenza. 

Il giro si presta benissimo anche per una bella ciaspolata in inverno (come vedete dalle foto caricate) o è una semplice passeggiata per le altre stagioni.

Scarica la mappa dei sentieri